Portogallo #OnTheRoad – Sintra

Sintra, Palacio do Monteiro dos Milhones.
Alla Scoperta di uno dei posti più magici del Portogallo

Day 2 – Sintra

Il secondo giorno del nostro On The Road in Portogallo ci porta nella città di Sintra. Un posto caratteristico, incastonato tra rocce ed enormi distese di verde, che dal 1995 è patrimonio UNESCO.

Lasciamo il nostro Hotel per dirigerci in metropolitana verso l’aeroporto, dove ritireremo la nostra auto a noleggio. Il biglietto giornaliero acquistato il giorno prima ci permette ancora di viaggiare fino al capolinea della linea rossa. Appena usciti dai varchi della metro, troviamo all’interno della stazione un bar, dove decidiamo di fare una colazione mordi e fuggi. Essendo il bar di una stazione le aspettative non sono altissime. Eppure troviamo dei dolci a dir poco favolosi, e a dirla tutta neanche il caffè era cosi male.

Arrivati al terminal 1 prendiamo contatti con l’agenzia che ci noleggerà l’auto. Ci comunicano che da li a poco un loro dipendente verrà a prenderci per poi portarci al punto di ritiro. Come detto nell’articolo dedicato al nostro primo giorno in Portogallo, l’auto è il mezzo migliore se non volete limitarvi ai posti “turistici”. Scriverò un articolo a parte dove vi racconterò la nostra esperienza ed i consigli per noleggiare un auto in Portogallo.


Sintra, Palàcio Nacional

Palàcio Nacional di Sintra

“Il posto più bello del Portogallo”

Sbrigate le procedure di rito per il noleggio, siamo pronti per dirigerci verso Sintra, distante da Lisbona appena 30 chilometri. Il tragitto in macchina scorre velocemente, e ben presto arriviamo in quello che lo scrittore Hans C. Andersen ha definito “il posto più bello del Portogallo”.

Parcheggiamo la nostra auto poco distante dalla stazione ferroviaria e ci incamminiamo verso il centro. Bastano poche centinaia di metri per capire perché l’UNESCO ha voluto inserire questo posto sotto la sua protezione. Il tragitto che porta verso il Palàcio Nacional è un susseguirsi di sculture e opere d’arte tra il classico ed il moderno. Arrivati nel centro cittadino decidiamo di immergerci nelle ripide stradine di Sintra.

Un consiglio: Per godervi a pieno l’essenza del Portogallo dovrete camminare (e non poco) tra le ripide ed a volte scivolose stradine portoghesi. Vi suggerisco di munirvi di scarpe comode, tipo quelle da trekking, e di tanta buona volontà. E’ un piccolo prezzo da pagare, ma ne vale davvero la pena.

Un viaggio nel tempo tra grotte e giardini

I colori dei borghi portoghesi sono tra le cose di questo viaggio che difficilmente potrò dimenticare. Ogni angolo di Sintra meriterebbe uno scatto. Nella lista dei luoghi da visitare nel nostro On The Road ha trovato posto fin da subito La Quinta da Regaleira. Un’immensa tenuta (circa 4 ettari) con giardini e grotte a circondare il Palacio do Monteiro dos Milhones.

Sintra, centro storico

Il coloratissimo centro storico di Sintra

Visitare questo posto equivale ad essere catapultati in una sorta di viaggio nel tempo. Tra grotte e labirinti sembra davvero di trovarsi in un mondo tra il fantasy e il medioevo. Il posto è un mix di stili architettonici diversi. Dal gotico al rinascimentale, allo stile romantico. Ogni passo tra i giardini da Regaleira sembra profumare di magia.

Sintra, Poço Iniciàtico

il Poço Iniciàtico nella tenuta di Quinta da Regaleira di Sintra

Come detto la tenuta è enorme, All’ingresso (6 € per gli adulti, 4 € per i minori tra i 6 e 17 anni e per gli over 65, mentre i bambini fino a 6 anni e gli over 80 entrano gratis), vi verrà consegnata una mappa della tenuta. Per girarla tutta occorrerà un po’ di tempo. Da non perdere sicuramente sono i pozzi, in particolare il Poço Iniciàtico, profondo ben 30 metri. I nove piani che lo compongono simboleggiano i nove gironi dell’inferno, nella Divina Commedia di Dante. Sul fondo del pozzo, scolpita nella pietra, la croce dei Templari.


Acquista le mie foto per il tuo blog a prezzi irrisori dal mio portfolio ShutterStock


Sintra, Lago da Cascata

l’attraversamento del Lago da Cascata, Quinta da Regaliera

Alto punto particolarmente intrigante è il Lago da Cascata, che potete attraversare usando i massi che spuntano fuori dallo specchio d’acqua. Il palazzo, fulcro della tenuta, ricorda un po’ i castelli delle fiabe. Quinta da Regaliera è senza dubbio uno dei posti più caratteristici di Portogallo, adatto davvero a tutte le età.

Dolci portoghesi

Torniamo nel caratteristico centro storico di Sintra, dove pranziamo in una sorta di fast food made in Portogallo. Il panino non era affatto male. La particolarità nel fatto che qui, al posto della classiche bevande, vi troverete a scegliere tra acqua e succo d’arancia. I prodotti a base di agrumi sono diffusissimi nella penisola iberica, essendo tra i maggiori produttori. Anche la commerciale “Fanta” ha un sapore totalmente diverso da quella che troviamo in Italia.

Sintra, Scontrino Piriquita

Lo scontrino di Casa Piriquita

Dopo la pausa pranzo (in realtà a pomeriggio inoltrato), un piccolo capannello di persone attira la nostra attenzione. La fila si snoda nei pressi di una di quelle che scopriamo essere una delle pasticcerie più famose di Portogallo. Decidiamo quindi di affrontare l’attesa per assaggiare i dolci di “Casa Piriquita”. Le aspettative non vengono disattese. Quelli che troviamo sono tra i dolci più buoni che personalmente abbia mai provato. Il primo si chiama Travesseiro, una pasta sfoglia ripiena di mandorle e crema. I Brigadeiros sono invece delle spettacolari palline al cioccolato. Il tuttto (6 dolci ed una Fanta in lattina), ci è costato meno di 10 euro. Se siete di passaggio a Sintra, il civico 1 di Rua das Padarias deve essere una tappa obbligatoria.

Un posto “Very Quiet” poco lontano dal centro

La giornata in questo splendido luogo termina qui. Essendo moltissimi i posti da vistare in questa zona, abbiamo programmato di soggiornare qui per due notti. Saremo ospiti di due delizie signore portoghesi, Filipa e Maria, che hanno trasformato la loro casa in una sorta di residence, con tanto di piscina. Già dal nome della struttura “very quiet place”, si intuisce la natura del posto. Lontano dal caos del centro, immerso nel verde, e la scelta, in linea con l’ideologia delle padrone di casa, di evitare la tv in camera. Un posto dove rilassarsi dopo una giornata intesa.

Avendo a disposizione la cucina in comune. la scelta è quella di fare la spesa in uno dei classici supermercati e provvedere cosi alla cena. Lasciatevi dire che qui la vita è abbastanza economica. Fatta eccezione per poche cose (tipo l’acqua minerale, qui è poco usata, ed i prezzi sono abbastanza elevati), con pochi euro si ottiene una spesa di tutto rispetto. Prima di cena ci concediamo un bagno in piscina, nonostante il clima abbastanza fresco e l’acqua decisamente fredda. La stanchezza è tanta, e cosi la nostra seconda giornata portoghese si chiude abbastanza presto. Ci aspetta un terzo giorno ricco di posti da scoprire, è il momento di ricaricare le batterie.


Scopri le altre tappe del nostro Portogallo #OnTheRoad
The following two tabs change content below.

Alkoal

Nerd Blogger
La definizione esatta è “Nerd blogger”, ma non la trovate sul dizionario! Sono un appassionato di tecnologia, di cinema, di serie TV. Sono un amante del web in tutte le sue mille sfumature e mi impegno a capire la psiche dei tanto malefici social network. Quando non mi vedete davanti a un monitor, è facile trovarmi sul divano a leggere un buon libro, o su un treno, in viaggio per il mio personalissimo giro del mondo.

Ultimi post di Alkoal (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: